• Attività

Il progetto prevede la risistemazione del percorso naturalistico “Il sentiero lungo la Fiumarella”, bene di proprietà del Comune di Tortora, messo a disposizione della cooperativa Mondocultura Athena, ai fini di una sua riqualificazione, dell’ampliamento delle aree attrezzate, dell’avviamento di attività sportive, sociali e culturali, della creazione di circuiti per le visite che arrivino sino al territorio dei Comuni di Aieta e Praia a Mare. Le attività che consentiranno la creazione del Parco NaturAvventura Archeò saranno:

               Progettazione partecipata dell’area del Parco: coinvolgimento degli stakeholders nella identificazione dell’area complessiva del Parco, definizione dettagliata delle risorse esistenti, delle professionalità già espresse tra i beneficiari e organizzare la formazione specializzata per la gestione Parco nel tempo.

               Ristrutturazione del percorso della Fiumarella, ideazione e posa in opera della segnaletica del Parco, delle strutture necessarie, acquisizione delle attrezzature per le attività, progettazione esecutiva dell’offerta delle attività che saranno attivate nel Parco, predisposizione dei materiali di comunicazione, predisposizione dei regolamenti inerenti funzionamento, gestione e sicurezza.

               Avvio della fase di sperimentazione delle attività del Parco con il coinvolgimento di scuole e giovani del luogo.

Le attività che saranno organizzate nel Parco verteranno sulla archeologia, la storia delle tradizioni popolari, l’educazione ambientale, i corsi di orientamento, la fotografia. Alcune di esse saranno rivolte a bambini e giovani, altre a sportivi, altre ad escursionisti di qualsiasi età, altre ancora a chiunque voglia trascorrere una giornata diversa immerso in una natura incontaminata densa di ricchezze naturali ed archeologiche.

Le attività che si intende organizzare e rendere fruibili all’interno del Parco sono:

  1. “Diventa un piccolo archeologo”. Il percorso del “Piccolo Archeologo”, che da il nome al Parco, si svilupperà lungo tutto il sentiero fluviale. I giovani e i giovanissimi visitatori, attraverso la visita guidata potranno, non solo conoscere il luogo e la sua storia ma, partecipare a vere e proprie attività di scavo. Il sito, a tappe allestite ad hoc, farà scoprire “reperti” archeologici, e, giocando, farà acquisire le tecniche che i veri archeologi applicano sul campo.
  2. “Alla scoperta della flora e della fauna”. Le visite guidate di educazione ambientale e di orientamento (di una o più giornate) e i campi estivi (di una o più settimane) verranno organizzati per gli amanti della natura e per i più avventurosi. La didattica sull'educazione ambientale (EA) opererà, non solo per far conoscere la flora e la fauna, ma anche per creare un rapporto empatico e gioioso tra le persone e l’ambiente.
  3. «Orientiamoci insieme!» Le visite guidate di orientamento (di una o più giornate) e i campi estivi (di una o più settimane) saranno organizzati per i giovani più avventurosi. In questa occasione, la Cooperativa Mondocultura Athena organizzerà dei corsi in cui verranno insegnate: le tecniche di orientamento e sopravvivenza in montagna, la lettura di una carta topografica, l’utilizzo della bussola o semplicemente come orientarsi utilizzando le stelle (uscite notturne con Astronomo). Questa attività didattica è finalizzata anche all’organizzazione di vere e proprie gare di orienteering (corsa di orientamento), uno sport nato nel Nord d’Europa e che prevede una vera e propria corsa tra i boschi, in cui i giovani partecipanti dovranno raggiungere, nel minor tempo possibile, scegliendo liberamente il percorso da adottare, una serie di punti di controllo, posizionati nell’area della gara nel perimetro del Parco, e segnati su una carta topografica preventivamente consegnata loro. In questa attività sportiva rivolta ai ragazzi più grandi ed agli adulti, sono richieste velocità, agilità e una grande abilità a leggere ed interpretare la mappa del territorio. I partecipanti, attraverso tutte queste attività, potranno acquisire la conoscenza della storia millenaria del luogo, della sua flora e fauna, delle tecniche di orientamento e di sopravvivenza, divertendosi e allo stesso tempo praticando attività sportive all’aperto.
  4. “Fotografiamo le stagioni”. Le visite guidate (di una o più giornate) saranno sviluppate in veri e propri laboratori di fotografia in cui la flora e la fauna del Parco saranno le protagoniste. L’attività è rivolta agli amanti della fotografia e del trekking che vorranno “trovare lo scatto perfetto” nelle diverse stagioni dell’anno. Le fotografie più belle saranno esposte sia sul sito web del Parco che in una pubblicazione didattica edita dalla Cooperativa, le migliori saranno inoltre “premiate” durante un evento attraverso l’istallazione di una mostra fotografica presso le strutture del Parco e/o altre strutture collocate nei Comuni interessati dal progetto.
  5. “Sport e Natura”. Numerose sono le attività sportive che si intende organizzare e rendere fruibili per i visitatori del Parco: trekking e gite in mountain bike; tiro con l’arco; percorsi sportivi. Ciascun sentiero sarà adeguatamente segnato, per livello di difficoltà, durata e opportunità presenti (attrezzature, punti di osservazione, flora, fauna, resti archeologici). L’area del Parco consente di poter scegliere tra percorsi montani, collinari, pianeggianti ed in prossimità del mare con le sue enormi spiagge.
  6. “Il Parco per tutti”. Si tratta di un percorso multisensoriale totalmente accessibile, senza barriere architettoniche, dotato di pedane e camminamenti che lo rendono fruibile per bambini, giovani ed adulti con disabilità. Attrezzato con segnaletica adeguata (Breil, ecc.) il percorso consentirà la conoscenza tattile della natura (alberi, piante, fiori), le attività di simulazione di scavo archeologico, di orienteering, di fotografia, grazie all’ausilio di materiali didattici dedicati e di operatori qualificati (questa attività sarà condotta dagli operatori dell’Associazione di volontariato Arianna, impegnata nell’assistenza di giovani con disabilità).
  7. L’organizzazione di appuntamenti sportivi a cadenza annuale di grande impatto promozionale. Tra le attività del Parco, oltre alle gite trekking e in mountain bike saranno organizzati grandi eventi sportivi a cadenza annuale che potranno comprendere una mezza maratona cross, una competizione di orienteering (anche in notturna) più impegnativa rispetto alle attività periodiche, un torneo di tiro con l’arco, una gara di ciclismo, etc.
  8. L’organizzazione di grandi eventi culturali. La vastità dell’area e le sue ricchezze si prestano ad ospitare sagre, feste ed eventi culturali di grande impatto sociale. Concerti, reading, istallazioni, mostre fotografiche, la cultura in ogni suo linguaggio da vivere tra la natura (senza disturbare gli “abitanti” del luogo ed in piena sintonia con i ritmi e le esigenze della natura). La Cooperativa infatti ha come mission, non solo il turismo sostenibile, ma anche la trasmissione della cultura in tutti i suoi linguaggi. Dunque non potranno mancare gli eventi che sottolineeranno la cultura eno-gastronomica di questi luoghi, la musica e ogni altra forma d’arte.

 

Gli eventi che si prevede di inserire nella programmazione annuale del Parco sono:

 

               “La giornata del piccolo archeologo”

Una giornata dedicata interamente all’archeologia, in cui non solo i ragazzi potranno attuare gli scavi, ma potranno rivivere una giornata tipo in un’epoca scelta dagli organizzatori, in cui la cucina, il mercato, la piazza è totalmente ricostruita nell’epoca prescelta. Una festa in costume in cui viene ricomposto filologicamente e interamente l’ambiente dell’epoca. Questo evento promuoverà anche la fotografia e la produzione di video. Le foto più belle e i video più rappresentativi saranno resi visibili nel sito e utilizzati nella produzione del materiale promozionale del Parco.

 

               “Sport è vita”

Una giornata interamente dedicato agli sport all’aria aperta con gare di orienteering, mezze maratone e tiro con l’arco. Una festa in cui si unirà l’amore per la natura e il mangiare sano. La Calabria vanta il triste primato di essere tra le prime regioni italiane per tasso di obesità di bambini ed adolescenti per questo appare importante una sensibilizzazione su una corretta alimentazione e l’importanza del movimento fisico.

 

               “Notte di stelle”

Una notte interamente dedicata all’orientamento notturno e allo studio della volta celeste. Grazie alla partecipazione di un Astronomo e degli istruttori di orienteering i ragazzi, così come gli adulti, potranno fare trekking notturno e, raggiunto il punto di osservazione, ammirare e conoscere la volta celeste.

 

               “NaturaArte”

Una giornata dedicata alla natura e all’arte con allestimenti di mostre fotografiche, reading di poesia e musiche sui temi dell’ambiente e della natura. Questo evento promuoverà anche la fotografia e la produzione di video. Le foto più belle e i video più rappresentativi saranno resi visibili nel sito e utilizzati nella produzione del materiale promozionale del Parco.

 

               “Il Parco e le sue quattro Stagioni attraverso l’obiettivo”

Una giornata dedicata agli amanti della fotografia in cui verranno promossi i  laboratori che si svilupperanno nelle quattro stagioni e, in seconda battuta , la giornata di chiusura delle attività in cui, attraverso l’istallazione di una mostra fotografica, verranno esposte, a titolo riepilogativo, le opere più rappresentative dei partecipanti.

Vai all'inizio della pagina